Quando vogliamo avere in cucina un elettrodomestico con cui poter preparare succhi e abbiamo però qualche dubbio se scegliere un frullatore o anche un estrattore di succo, e avremo comunque a disposizione un elettrodomestico che ci possa consentire di seguire un regime alimentare sano e misurato.

Diciamo che di sicuro per ottenere ciò che si vuole e quindi per scegliere quale strumento possa fare al caso nostro dobbiamo effettuare un confronto tra questi due elettrodomestici, ossia il frullatore e l’estrattore. Entrambi al momento sono due modelli di elettrodomestico davvero molto venduti, e c’è anche da dire che di base possiamo utilizzare tranquillamente sia l’uno che l’altro preparare succhi di frutta o succhi di verdura. Ma va ricordato che ognuno dei due presenta effettivamente all’atto pratico una serie di specifiche caratteristiche proprie. La prima cosa che dobbiamo tenere in conto, e quindi la prima cosa di cui occorre parlare per fare un confronto è la forma del frullatore: infatti in genere il frullatore è quasi sempre più ingombrante rispetto ad un estrattore di succhi. Inoltre il frullatore presenta un tubo specifico per l’inserimento degli ingredienti che è anche più ampio e quindi più comodo. La seccatura legata all’estrattore è molto spesso quella di dover per forza tagliare la frutta o la verdura in pezzi molto piccoli prima di frullarli. Questo tipo di preparazione non serve assolutamente se invece andate ad utilizzare un qualsiasi frullatore, pensato per frullare agevolmente anche i pezzi di frutta e verdura grandi. Con il frullatore è possibile di base poter preparare dei succhi di frutta o verdura anche in grandi quantità, mentre l’estrattore ci permette di ricavare non solo estratti di succo, ma anche ad esempio il latte vegetale oppure dei buonissimi sorbetti.

La meccanica del frullatore è composta da lame che vanno a ruotare a più di migliaia di giri al minuto, si tratta perciò i un movimento davvero rapido che rende l’apparecchio anche molto rumoroso: però il risultato sarà decisamente estemporaneo e veloce. Se invece parliamo dell’estrattore in genere può essere anche molto più silenzioso perché non si basa effettivamente sulla lavorazione delle lame, ma riesce ad ottenere l’estrazione dei succhi grazie ad una speciale coclea che lavora gli ingredienti con una rotazione molto più lenta di quella che hanno le lame di un frullatore. Quindi le due meccaniche sono si può dire quasi opposte, il risultato che si ottiene solo a prima vista può sembrare simile, in realtà ha le sue differenze sostanziali. Se state cercando di sicuro un prodotto molto specifico, è consigliabile munirsi di un estrattore. Se invece volete conoscere tutte le funzioni che può avere un nuovo frullatore in commercio, vi consiglio di consultare la guida che troverete sul sito https://sceltafrullatore.it/